Vai al contenuto

L’inverter consuma sempre energia da rete

3 min read

Alcuni clienti ci segnalano di aver rilevato con la loro pinza amperometrica un elevato autoconsumo dalla rete pari a oltre 3/4Ampere (600Watt) durante il normale funzionamento dell’inverter.

Partendo dalla premessa che gli inverter ad isola per funzionare con la “collaborazione” della rete ad enel hanno un necessario autoconsumo di circa 40/50Watt va inceve chiarito il fenomeno.

Tale lettura è frutto di un errore di rilevazione degli strumenti amperometrici (che non leggono la corrente ma solamente il campo magnetico da questa generato). Ed è proprio qui che sorge l’errore: nel normale funzionamento degli impianti ibridi questo campo viene alterato e falsato da componenti spurie generate dagli inverter stessi che le pinze amperometriche “leggono” erroneamente come consumo.

Per una corretta lettura dei consumi (che vi garantiamo saranno prossimi ai 50Watt) dovreste utilizzare o il contatore dell’Enel oppure un misuratore di consumi di tipo shunt. Per intenderci il classico misuratore di consumi da presa sarà in questo caso più preciso della pinza amperometrica.

Non hai risolto il problema seguendo queste istruzioni?